Il Covid-19 ha danneggiato numerose attività tra cui le Mostre che, come sappiamo, sono ormai chiuse da tempo. Uno fra tanti è il Museo del Louvre che, a seguito della pandemia, ha subito un calo di frequentazione del 72% rispetto al 2019 e un calo di entrate pari ad oltre 90 milioni di euro. Anche durante il periodo estivo, nonostante il Museo fosse aperto, si è sentita la mancanza di quel turismo che ha sempre mantenuto viva la cultura. Il 75% dei turisti, infatti, appartiene ai turisti Cinesi, degli Stati Uniti, del Giappone e del Brasile.

Il Louvre, però, è riuscito a limitare i danni economici grazie al nostro genio Leonardo Da Vinci. La sua Mostra, infatti, è stata campione assoluto d’incassi attirando oltre 1,1 milioni di persone da ottobre 2019 a febbraio 2020.

Molti dei guadagni sono avvenuti anche grazie alla distribuzione mondiale del documentario “Una notte al Louvre: Leonardo Da Vinci che ha inaugurato la stagione della Grande Arte al cinema di Nexo Digital. Un interessante tour notturno per le meravigliose sale del museo parigino. Il documentario mostra da un punto di vista più inedito 162 capolavori di Leonardo, svelando numerose scoperte emerse grazie alla tecnologia e alle analisi scientifiche delle opere.